Tags

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, PROFILO DI UN FETO MENTRE APRE LA BOCCA - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, PROFILO DI UN FETO MENTRE APRE LA BOCCA - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Profilo di un feto mentre apre la bocca dalla quale protrude la lingua. Questa immagine è evidenziabile già a partire dalla 14° settimana.

Perché si esegue

Osservare il viso del feto permette di confermare la normale conformazione delle labbra oltre al resto della morfologia facciale.
Concludiamo con questa immagine ironica la nostra breve rassegna sull'ecografia vissuta attraverso alcune immagini tradotte da disegni ed illustrate da brevi richiami scientifici oltre che da curiosità. Questa ultima diapositlva ci sembra emblematica del rapporto che tuttora esiste tra noi osservatori e “l’osservato”. Molto ci par di conoscere della sua vita, soprattutto di quella somatica, ma invece brancoliamo nel buio su ciò che di psichico già la caratterizza. Così mentre ci dibattiamo in una ridda di ipotesi riguardanti lo psichismo fetale lui ci guarda divertito e al pari di ogni altro bambino ci fa “uno sberleffo”.

Continua a leggere
917 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE TANGENTE AL PERINEO - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE TANGENTE AL PERINEO - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Scansione tangente al perineo di un feto di sesso femminile. Caratteristica l'immagine, delle grandi labbra con l'introito vulvo vaginale al centro, definita ad “ali di farfalla”.

La mamma

La maggior parte delle mamme desidera venire a conoscenza del sesso fetale ma è possibile incontrare soggetti che non desiderano conoscerlo. In questi casi è importante non forzare o rivelarlo per errore potendosi innescare reazioni psichiche che potrebbero avere un riflesso negativo sui vissuti materni e sul comportamento in travaglio.

Continua a leggere
630 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE SECONDO E TERZO TRIMESTRE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE SECONDO E TERZO TRIMESTRE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Feto con la “pancia all’aria” e le gambe divaricate. Si riconoscono chiaramente i genitali esterni. A differenza di ciò che avviene di solito si individua anche il pene. Nel 2°-3° trimestre la diagnosi di feto maschile si esegue più agevolmente per individuazione dello scroto. I racconti che le gravide si tramandano sugli errori di diagnosi di sesso fanno parte della “letteratura gestazionale”. Ciò è dovuto alla possibile confusione tra un'ansa del funicolo posizionata tra le gambe e lo scroto. Ma ancora più frequentemente una scansione verso le natiche può far scambiare per femmina un feto di sesso maschile. Ricordiamo comunque che la diagnosi di sesso femminile va posta solo quando, come nella diapositiva successiva, si individuano le grandi labbra.

Continua a leggere
928 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE LONGITUDINALE DEL TORACE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE LONGITUDINALE DEL TORACE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Scansione longitudinale del torace e dell’addome fetali. Si osservano dall'alto verso il basso: i cuore fetale di cui si distinguono le cavità, al di sotto lo stomaco, separato dal cuore da una sottile linea che rappresenta il diaframma; il fegato fetale (iperecogeno) al cui interno si osservano due tratti della vena ombelicale, e in basso la vescica ben distesa. Posteriormente alla schiena fetale si apprezzano i coni d’ombra delle vertebre. La vescica come lo stomaco fetali possono a seconda del momento in cui viene effettuato l’esame essere distesi o vuoti e quindi più o meno evidenziabili.

Continua a leggere
828 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE TRASVERSALE DELL'ADDOME - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE TRASVERSALE DELL'ADDOME - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Sezione trasversale dell'addome fetale che evidenzia una immagine ipoecogena a sinistra da riferirsi allo stomaco fetale, altre due immagini in regione paravertebrale riferibili alle logge renali (immagini più ecogene della precedente), mentre a destra si osserva il fegato. A lato del contorno addominale si vedono parte degli arti superiori e anteriormente un tratto di funicolo accollato all'addome. Ogni scansione che debba misurare l’addome deve comprendere sia lo stomaco che la vena ombelicale nel suo terzo medio del decorso intraepatico. In caso di mancata distensione dello stomaco è possibile somministrare dello zucchero alla madre per indurre la deglutizione fetale.

Continua a leggere
656 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE TRASVERSALE DEL TORACE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE TRASVERSALE DEL TORACE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Scansione trasversale del torace fetale con visualizzazione delle cavità cardiache, è inquadrato inoltre il braccio sinistro del feto. Dietro il cuore quasi accollati alla colonna vertebrale sono evidenziabili le immagini dei polmoni.

Perché si esegue

La valutazione dell'esistenza e della regolarità delle cavità cardiache fa parte ormai delle valutazioni previste per un esame ecografico di 1° livello (di screening già a 19-21 settimane); l'osservazione della immagine “a quattro camere” testimonia il regolare sviluppo del cuore essendo in grado di escludere la quasi totalità dei difetti congeniti. Importante è anche la valutazione della posizione del cuore all’interno del torace.

Continua a leggere
614 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE LONGITUDINALE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA, SCANSIONE LONGITUDINALE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Scansione longitudinale del corpo fetate. Si apprezza chiaramente rachide e la parete addominale con il funicolo che si dirige verso la placenta. Appena individuabile l’estremo cefalico. La visualizzazione del funicolo e del piatto placentare permettono dopo a 24° settimana il calcolo del flusso ematico nelle arterie spirali e nella vena ombelicale. Con il progredire della gravidanza le resistenze a livello della circolazione utero placentare e vascolari fetali diminuiscono per le modificazioni che intervengono dal punto di vista anatomo funzionale nelle arterie spirali per il circolo placentare e nei villi per il versante fetale. Nel sospetto di difetti di accrescimento intrauterino la verifica dei flussi placentari mediante l'uso di un segnale doppler ci permette di calcolare il livello di compenso emodinamico nei due compartimenti. I flussi possono essere calcolati anche in altri compartimenti fetali quali l'arteria cerebrale e l'aorta.

Continua a leggere
846 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 26-28 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 26-28 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Scansione trasversale dell'addome fetale che inquadra anche le braccia e le mani del feto. Le mani soprattutto a partire dalla fine del secondo trimestre sono tenute nei pressi del volto o vicino alle orecchie. Pìù ci si inoltra nel terzo trimestre e meno si osservano i movimenti di esplorazione delle mani verso l'ambiente esterno come se il feto divenisse “cosciente” dell'esistenza del suo corpo. Le stimolazioni sonore sono avvertite dal feto a partire dalla 26°-28° settimana e vengono utilizzate nel monitoraggio biofisico per la valutazione del benessere fetale. E’ dato di vedere indirizzando il fascio sonoro di stimolazione verso la testa fetale, un movimento di reazione della mano che viene portata a scopo di difesa(?) verso l’orecchio.

Continua a leggere
638 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 25 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 25 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Due diapositive associate illustranti il movimento di “camminamento” del feto. Tali movimenti gli permettono soprattutto di fare dei balzi che possono a volte sfociare in una capriola. Una stimolazione meccanica esterna provoca una risposta motoria globale da parte del feto fino alla 20°-21° settimana, mentre da questo periodo in poi, le risposte divengono segmentarie e selettive e gli arti vengono mossi verso l'ambiente. Alla 25° settimana si possono osservare movimenti di rotazione della testa in seguito alle stimolazioni meccaniche.

Continua a leggere
846 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 24 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 24 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Gli arti inferiori del feto nella classica posizione fetale con cosce flesse sull'addome e gambe flesse sulle cosce. E’ ben individuabile il contorno del ginocchio e del polpaccio. Si distingue inoltre l’addome fetale e la placenta inserita sulla parete anteriore dell'utero. Questa posizione è normalmente osservata dopo la 24' settimana di gestazione.

Continua a leggere
906 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 20 SETTIMANE, ESTENSIONE DEGLI ARTI - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA 20 SETTIMANE, ESTENSIONE DEGLI ARTI - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Gli arti inferiori fetali ripresi circa alla 20° settimana di gestazione. Un arto è disteso mentre l'altro è parzialmente flesso. Si osserva il contorno cutaneo e il tessuto molle e al suo interno l'osso che appare iperecogeno. In particolare possiamo distinguere il femore e la tibia e il nucleo di ossificazione della rotula. Con il trascorrere delle settimane, aumentando il volume del feto rispetto alla cavità uterina e alla quantità di liquido amniotico è sempre pìù difficile per il feto estendere gli arti che normalmente restano flessi.
Perché si esegue
Il femore è l'osso lungo meglio evidenziabile ecograficamente e consente all'operatore una agevole misurazione. La sua normale biometria è indice di normale accrescimento fetale mentre in caso di assenza di ecografie precoci e di dubbio sull'epoca gestazionale, mediante l'individuazione dei nuclei di ossificazione epifisari, è possibile con buona approssimazione confermare l'età fetale. Inoltre alcuni autori avrebbero ipotizzato un anomalo rapporto BPD/Lunghezza femore, quale spia della possibile esistenza di una Sindrome di Down.

Continua a leggere
1469 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA SECONDO TRIMESTRE, NORMALITÀ MORFOLOGICA E BIOMETRICA - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA SECONDO TRIMESTRE, NORMALITÀ MORFOLOGICA E BIOMETRICA - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Contornato da un'abbondante falda di liquido amniotico un braccio e una mano del feto fissati durante un movimento. L'esame eseguito al secondo trimestre è Il più idoneo per lo studio degli arti; deve confermarne il numero, la normalità morfologica e biometrica. Inserita sulla parete posteriore dell'utero si osserva la placenta. Lo studio della placenta nel secondo trimestre deve soprattutto valutarne l'inserzione e l'assenza di anomalie strutturali. E’ comunque utile riconfermare nel terzo trimestre le inserzioni definite previe(soprattutto le inserzioni marginali e le inserzioni basse) poiché con l'evolvere della gravidanza e lo sviluppo dell'utero l'inserzione placentare tende a scorrere verso l'alto potendo normalizzarsi. Lo studio di una inserzione bassa della placenta deve sempre avvalersi di un buon riempimento vescicale (ma non eccessivo).

Continua a leggere
781 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA SECONDO TRIMESTRE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA SECONDO TRIMESTRE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

In una “falda” di liquido amniotico (frequentemente localizzabile dove sono gli arti fetali) si vede parte di un braccio fetale e la mano. E’ frequente vedere il feto compiere, sempre nel secondo trimestre, fini movimenti delle dita, dimostrando una capacità di articolazione delle singole dita riconoscibile di solito solo in un “prestidigitatore”. E’ facile anche osservare durante un esame uno scatto improvviso della mano o del piede che urta la parete uterina ma non sempre è avvertito dalla madre che spesso sottolinea la mancata corrispondenza tra i movimenti che osserva e la sensazione che avverte.
ll liquido amniotico è prodotto dal feto, ed è visibile come una macchia scura che contorna il feto e costituisce il contrasto dei contorni fetali.

Continua a leggere
609 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA A 20 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA A 20 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Feto nell'atto di “succhiarsi” il pollice. Si individua il profilo del viso in particolare il naso e l'arto superiore flesso con la mano chiusa e il pollice esteso tra le labbra. La suzione del pollice può essere osservata gìà a partire dalla 15° settimana. l movimenti fetali fino alla 20° settimana di gestazione sembrano non essere improntati ad un finalismo, ma geneticamente determinati, come già ipotizzato da Milani Comparetti, e atti ad assumere significato nel futuro sviluppo neuro psichico del neonato. Il pollice per il feto costituisce “un oggetto primario” introiettato come oggetto buono che dopo la nascita verrà sostituito dal seno materno. Da questa sensorialità indotta da “patterns motori primari” o innati deriverebbe una prima esperienza mentale del feto.

Continua a leggere
797 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA A 18 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA A 18 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

E’ inquadrato di fronte il viso di un feto di circa 18 settimane di cui si distinguono le orbite e al loro interno i bulbi, individuabili per la presenza dei cristallini costituiti dai punti iperecogeni. Si apprezza inoltre la radice del naso il contorno del cranio e parti delle mani, che il feto tiene normalmente vicino al viso. Vicino all'orecchio del feto alla sua destra vediamo parte della placenta. A quest'epoca si possono osservare i movimenti oculari fetali, proprio attraverso l'apprezzamento degli spostamenti del cristallino. L'inquadramento del viso ci può anche dare notizie sulla conformazione delle labbra e del naso.
Le mani del feto durante l'esame possono esser viste eseguire movimenti di “esplorazione dell'utero”. La testa può essere estesa mentre le gambe vengono puntate contro la parete opposta dell’utero.

Continua a leggere
1116 Hits

ECOGRAFIA GRAVIDANZA A 16-18 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

ECOGRAFIA GRAVIDANZA A 16-18 SETTIMANE - DR. PIETRO AGOSTA GINECOLOGO MODICA, RAGUSA

Cosa si vede

Feto di 16-18 settimane appoggiato con il fianco dx alla parete posteriore dell'utero. In questa posizione è agevole apprezzare il rachide per intero valutandone la continuità e la regolarità dal tratto cervicale a quello sacro coccigeo. Immagini come questa ci confermano l'assenza di difetti di chiusura del tubo neurale che come sappiamo colpiscono più frequentemente il tratto distale della colonna vertebrale. Il profilo facciale è appena individuabile insieme a contorno dell'addome. Solo parte di un arto è inquadrata facendo intravvedere il femore, l'epifisi prossimale della tibia e il piede. Lo studio morfologico del sistema nervoso si avvale di immagini come questa, oltre alle scansioni trasversali della colonna che devono confermare l'assenza di discontinutà dei vari segmenti vertebrali. A livello cefalico durante la rilevazione della biometria ordinaria è possibile l'osservazione dei ventricoli cerebrali (fin dalla 13°-14° settimana) in particolare dei ventricoli laterali e talora del terzo ventricolo.

Continua a leggere
848 Hits

Ecografia gravidanza a 15 settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Ecografia gravidanza a 15 settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Cosa si vede

Feto di 15 settimane (dopo la 12° settimana l'embrione diviene feto, essendo praticamente ultimata l'organogenesi) in posizione prona con le cosce flesse sull'addome. Posizione paragonabile a quella di un “arabo in preghiera”. Si distinguono chiaramente, potendo già fare delle osservazioni morfologiche, la testa con il profilo del viso, il rachide, il profilo addominale, gli arti (nel nostro caso l'arto inferiore). Le ossa che si osservano dell'arto inferiore sono il femore e parte della tibia. I movimenti che possono essere registrati durante questo periodo sono sempre più sofisticati: estensione e flessione del gomito e del ginocchio, apertura e chiusura della mano, protrusione della lingua al di fuori della bocca e deglutizione (con possibilità di seguire il percorso del bolo di liquido amniotico durante il transito nell'esofago). Iniziano anche i movimenti respiratori, ovvero quei movimenti di estensione del torace accompagnati da

Continua a leggere
1501 Hits

Ecografia gravidanza a 12-13 settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Ecografia gravidanza a 12-13 settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Cosa si vede

Embrione di 12-13 settimane adagiato con la schiena sulla parete posteriore dell'utero ''a pancia all'aria''. E’ ben distinguibile il profilo del volto delle labbra del naso e la cavità orbitaria. Si notano inoltre le mani fissate dalla foto durante il movimento. La zona scura che si vede sotto la schiena del feto è una zona di distacco delle membrane solitamente costituita da una raccolta di sangue. Si distinguono chiaramente anche le membrane che sembrano “un'amaca” su cui il feto è disteso. Sulla parete superiore dell'utero è nserita la placenta che appare come una formazione spugnosa. Oltre ai movimenti di salto all'interno della cavità amniotica che sono presenti dalla 11° settimana, si possono osservare a quest'epoca rotazioni della testa fetale o movimenti combinati della testa del tronco e degli arti. Sono apprezzabili anche movimenti isolati degli arti come nel caso della mano che viene portata verso la faccia.

Taggato in:
Continua a leggere
1049 Hits

Ecografia gravidanza a 9 Settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Ecografia gravidanza a 9 Settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Cosa si vede

Gravidanza di circa 9 settimane. L'embrione è riconoscibile facilmente e si possono distinguere alcune parti del suo corpo. Da sinistra a destra si può individuare l'estremo cefalico, l'abbozzo degli arti superiori, il tronco e l'abbozzo degli arti inferiori. L'embrione è adagiato sulla parete posteriore dell'utero ma da questa posizione può muoversi. Il liquido amniotico ormai costituisce una “piscina” nella quale agevolmente può nuotare. l movimenti, sotto forma di ondulazioni o brevi movimenti vermicolari sono già osservabili alla 7° settimana. Alla 8° settimana diventano scosse di flessione della nuca e del tronco rapide anche se irregolari senza però che l'embrione riesca a cambiare posizione nel liquido amniotco. Alla 9° settimana vediamo estensioni e flessioni vigorose della testa e del tronco che gli permettono di cambiar posizione fluttuando nel liquido amniotico.

Continua a leggere
1350 Hits

Ecografia gravidanza a 7 - 8 settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Ecografia gravidanza a 7 - 8 settimane - Dr. Pietro Agosta Ginecologo Modica, Ragusa

Cosa si vede

Sacco gestazionale (visto a maggiore ingrandimento) delimitato dall'orletto periferico deciduale. Alle ore 11-12 è possibile evidenziare la decidua parietale e capsulare separate da un sottile spazio. L'epoca gestazionale a cui è stata scattata la diapositiva è 7/8 settimane. E’ possibile individuare il punto di attacco del funicolo ombelicale al futuro piatto placentare e l'embrione immerso nel liquido amniotico, che è rappresentato dall'alone scuro che lo circonda. Con apparecchiature di buona risoluzione si riesce ad evidenziare il battito cardiaco fetale (BCF).

Continua a leggere
1456 Hits